Cosa sono le api sudorifere?

Vi è mai capitato di lavorare in giardino e di scoprire improvvisamente di avere una piccola ape seduta felicemente sul vostro braccio? Queste piccole creature sono api sudorifere e probabilmente pensano che il vostro sudore sia delizioso.

Ma cosa sono esattamente le api sudorifere? Sono amiche o nemiche? Cosa fanno le api sudorifere per noi e come fanno queste api selvatiche a sopravvivere senza un alveare? Mangiano i vostri gerani o le vostre violette africane?

Panoramica rapida

Nome(i) comune(i)Ape alcalina, ape sudorifera delle sabbie, ape dei solchi dal collare appuntito e molte altre ancora
Nome/i scientifico/iNomia melanderi, Lasioglossum vierecki, Dialictus vierecki, Halictus vierecki e centinaia di altri.
FamigliaHalictidae
OrigineIn tutto il mondo
Piante colpiteNessuna danneggiata, ma la maggior parte dei fiori ornamentali e molti fiori commestibili vengono impollinati
Rimedi comuniSaponi profumati o oli essenziali per mascherare l'odore del sudore umano. Evitare i nidi, se possibile, in modo che possano continuare a impollinare. Se i nidi sono scomodi, contattate un professionista per rimuoverli o mettete delle esche d'acqua o vegetali per attirare le api in una direzione non abitata.

Cosa sono le api sudorifere?

Testa di Agapostemon splendens

Il nome "ape sudorifera" suscita una risposta ovvia: sono api attratte dal nostro sudore. Ed è almeno in parte esatto. Ma c'è molto di più!

Le api sudorifere sono minuscole api appartenenti alla famiglia degli Halictidae, alcune delle quali sono specie parassite. Chiamate anche api di terra o api che vivono al suolo, queste api selvatiche non sono produttrici di miele come le api della famiglia Apis. Tuttavia, le api sudoripare sono comunque impollinatori straordinari!

Che aspetto ha un'ape sudorifera? In breve, varia. Vediamo quindi alcune delle diverse specie e parliamo di questi tipi di api meno conosciute.

Tipi di api sudorifere

Nella famiglia degli Halictidae esistono molte specie e circa 4300 sottospecie in tutto il mondo, ma in regioni diverse esistono sottospecie diverse di api sudorifere. Solo negli Stati Uniti si contano più di mille specie.

Per descrivere le api halictidi o api sudorifere, il loro corpo è composto da tre parti: la testa, il torace e il metasoma o addome. La testa è evidente, il torace è il corpo e il metasoma è la parte posteriore bulbosa dell'ape. Spesso questi elementi sono di colore diverso.

Con così tante specie, non è possibile coprirle tutte in una sola volta. Ecco alcune delle varietà di api sudoripare più comunemente riconosciute.

Nomia melanderi, 'Alkali Bee'

Nomia melanderi

Diffusa in tutti gli Stati Uniti occidentali, questa specie di ape alcalina vive in regioni desertiche semi-aride o aride.

I maschi e le femmine dell'ape alcalina sono molto simili, quasi un incrocio tra una vespa e un'ape. Entrambi hanno un torace nettamente sfocato, con un metasoma a strisce gialle e marroni. I maschi hanno antenne distinte che sembrano quasi un paio di corna.

L'ape alcalina ha imparato ad aprire i fiori di erba medica facendo pressione sulla base del fiore, assicurandosi così la prima selezione di nuovo polline. Il nome deriva dall'abitudine di nidificare in terreni alcalini e salati.

Lasioglossum vierecki, 'Sand Sweat Bee', 'Dialictus vierecki', 'Halictus vierecki'.

Lasioglossum vierecki

Diffuse nel terzo più orientale degli Stati Uniti, le api sudorifere della sabbia sono spesso scambiate per una forma di ape selvatica.

Sia i maschi che le femmine hanno un metasoma di colore giallo-arancio con peli giallo-oro. Visivamente si tratta di api sudoripare piuttosto pelose, dall'aspetto quasi soffice.

Le femmine hanno una colorazione più chiara, con testa e torace di colore verde. I maschi tendono a una colorazione verde-ottone.

L'ape sudorifera delle sabbie deve il suo nome al fatto che nidifica nella sabbia, ma anche perché preferisce le piante che vivono in ambienti sabbiosi. Queste api sudorifere sono per natura api solitarie e la femmina alleva i propri piccoli in un nido separato.

Lasioglossum malachurum, 'Ape dei solchi dal collare affilato'.

Lasioglossum malarchum

Presente in gran parte dell'Europa continentale e in alcune zone del Nord Africa, l'ape solcatrice dal collare appuntito è una specie paleartica comune di api sudoripare.

Sia i maschi che le femmine di questa specie tendono ad avere una tonalità di marrone scuro abbastanza uniforme con bande di colore marrone chiaro. A parte la colorazione, sono abbastanza simili alle comuni api mellifere.

Queste api sudorifere che vivono al suolo scavano buche profonde nel terreno duro per vivere. A causa della difficoltà di scavare il loro nido, le generazioni di queste api alictidi possono litigare per i siti scavati in precedenza. Sono eusociali e hanno regine e operaie come le api mellifere, anche se non sono nettamente separate.

Lasioglossum zephyrum, 'Ape sudorifera orientale comune', 'Dialictus zephrum'.

Lasioglossum zephyrum

Dalla costa orientale degli Stati Uniti e del Canada fino al Texas, l'ape sudorifera orientale comune può essere trovata durante le stagioni calde.

Le femmine hanno una colorazione verde ottone con una tonalità rossastra nella parte inferiore. I maschi sono simili, solo che sono più di un verde brillante o neon con una tonalità rossa più brillante sul lato inferiore e tendono ad essere leggermente più grandi delle femmine.

Queste api sudorifere sono impollinatori estremamente produttivi, con un'ampia gamma di piante preferite. Sono eusociali, con una regina che produce i piccoli e le operaie che contribuiscono a fornire cibo e riparo ai piccoli.

Agapostemon splendens, 'Ape bruna striata'.

Agapostemon splendens

Dal North Dakota al Texas e fino alla costa orientale, l'ape sudorifera a strisce con le ali marroni abita. Si tratta della più grande popolazione di api sudoripare della metà orientale degli Stati Uniti. Questa specie di ape è stata avvistata anche nel Canada meridionale e nel Messico nord-orientale.

I maschi hanno una tonalità blu-verde iridescente con un metasoma a strisce dorate e nere e tendono ad avere un aspetto leggermente metallico. Le femmine sono di colore blu-verde iridescente, leggermente metallico, che tende al viola lungo i fianchi, e presentano bande scure sul metasoma blu-verde.

Le api striate brune sono comuni impollinatori di un gran numero di piante ornamentali, ma possono anche impollinare alcuni prodotti commestibili.

Agapostemon sericeus, "Ape striata setolosa", "Agapostemon pulchra", "Agapostemon sitlcatulits".

Agapostemon sericeus

Queste api sudorifere iridescenti si trovano nella parte orientale del Nord America. Si estendono da Manitoba, Canada, a sud fino alla Florida sull'asse nord-sud e dal Nebraska al Massachusetts sull'asse est-ovest.

Le femmine di questa specie di api sudoripare sono completamente iridescenti nei toni del blu e del verde, ad eccezione delle zampe e delle ali color ambra. I maschi presentano ampie bande nere su un metasoma giallo-oro.

Le api sudoripare a strisce setolose amano un'ampia gamma di pollini di piante ornamentali e commestibili e sono considerate un impollinatore costante nella metà orientale degli Stati Uniti.

Agapostemon melliventris, "Honey-Tailed Striped-Sweat Bee", "Agapostemon fasciatus", "Halictus plurifasciatus".

Agapostemon melliventris

Diffusa in tutto il sud-ovest degli Stati Uniti e nella maggior parte del Messico settentrionale, l'ape striata a coda di miele è stata trovata fino al Kansas e al Montana. È un impollinatore molto comune per le colture di erba medica in tutta la California.

I maschi di questa specie hanno testa e torace verde metallico e un metasoma giallo con sottili bande nere. Le femmine hanno testa e torace verde metallico e un metasoma color miele con bande pelose bianche.

Nei campi di erba medica della California, è stato segnalato che le api sudorifere dalla coda di miele nidificano nel terreno sotto il livello di coltivazione dei campi, nelle vicinanze per un facile accesso. Queste api sudorifere non sono limitate alla sola erba medica come coltura ospite, ma sembrano avere un debole per essa.

Agapostemon angelicus, 'Angeles Striped-Sweat Bee' (ape sudorifera a strisce)

Agapostemon angelicus

L'ape sudorifera striata di Angeles vive negli Stati Uniti occidentali e centrali, con un areale che si estende fino a parti del Canada occidentale e al Messico. Tuttavia, queste api sudorifere sono più comuni nella regione desertica sud-occidentale degli Stati Uniti e nelle sue vicinanze.

La femmina è di colore verde metallico su tutto il corpo. I maschi sono verdi sulla testa e sul torace, ma il metasoma è giallo brillante e nero a bande.

Di sera, queste api sudorifere possono essere trovate a dormire sui fiori più grandi. Le femmine preferiscono essere insetti solitari, mentre i maschi possono raggrupparsi e condividere più volte un unico grande fiore.

Agapostemon coloradinus, 'Colorado Striped-Sweat Bee' (ape striata del Colorado)

Agapostemon coloradinus

Diffusa principalmente nelle Montagne Rocciose e nelle vicine pianure del Colorado e dello Utah, questa ape sudorifera può essere trovata anche in alcune zone dell'Idaho e dell'Oregon, anche se raramente.

Il maschio è un'ape con testa e torace verdi, che possono anche apparire blu. Il metasoma è a bande gialle e nere. Le femmine sono api blu o verdi con un metasoma nero, fasciato di peli corti e biancastri.

Si sa molto poco delle abitudini di nidificazione di questa particolare specie di api sudoripare, probabilmente a causa del loro areale limitato.

Ciclo di vita delle api sudoripare

Le api sudorifere sono ancora in fase di studio e le diverse specie di api alictidi hanno cicli vitali diversi. Tuttavia, si osservano due variazioni molto distinte.

Una femmina di ape sudorifera solitaria trova un luogo adatto per scavare il suo nido e passa giorni a prepararlo. Poi lavora freneticamente per raccogliere polline e nettare per creare una palla di polline che viene collocata dove vengono deposte le uova. Le giovani larve si nutrono della palla di polline fino alla maturità.

Una volta raggiunta l'età adulta, anche i giovani escono nel mondo. Nell'arco di un anno possono verificarsi diversi cicli di vita. Le giovani femmine sono addestrate come operaie, ma possono scavare il proprio nido o rivendicarne uno non più utilizzato.

Prima del letargo invernale, le femmine si accoppiano di nuovo, assicurandosi di essere pronte ad avere dei piccoli al loro risveglio.

Tuttavia, alcune specie di api sudoripare sono eusociali, ovvero alcune nidificano in una sorta di colonia. Le api sudoripare hanno diverse regine riproduttrici e possono condividere il tunnel d'ingresso del nido con altre femmine. Le singole femmine scavano delle camere di emergenza per i loro piccoli.

Alcune specie di api sudoripare in una colonia eusociale possono agire come operaie e trasportare il polline per le femmine. Questo lavoro è svolto principalmente dai maschi e dalle femmine che non si stanno riproducendo. Quando una femmina raggiunge l'età riproduttiva, può smettere di essere un'operaia per scavare la propria camera e avere dei piccoli.

Habitat comuni

Lasioglossum malarchum che scava nel terreno

Sebbene vi siano alcune variazioni tra le specie, la maggior parte delle api sudorifere tende a nidificare in tane scavate nel terreno o in tane scavate nel legno marcescente.

In alcuni casi, il tunnel iniziale della tana può essere condiviso da più regine e operaie, ma le singole regine scavano camere laterali dal condotto principale. Altre specie hanno un'unica buca profonda con una camera all'estremità e la proteggono dalle altre api sudorifere.

Le api sudorifere che vivono nel legno scelgono di solito il legno parzialmente marcescente perché è più facile scavare le tane, ma sono simili a quelle del terreno in termini di costruzione.

Spesso i nidi delle api sudoripare vengono collocati in prossimità di una fonte di polline e nettare, talvolta vicino a una fonte d'acqua.

Cosa mangiano?

Come la maggior parte delle specie di api, le api sudorifere consumano e trasportano polline e nettare. Le larve vengono spesso deposte in camere sigillate riempite di nettare e polline, da cui emergono come adulti. Cercano anche fonti di sale, anche se in quantità minore rispetto al polline e al nettare.

Perché si chiamano api sudorifere?

Come noi, le api sudorifere dipendono da una certa quantità di sodio per mantenersi in buona salute. Purtroppo i fiori e il polline non contengono molto sale. Perciò queste piccole api hanno dovuto evolvere un metodo per trovare il sale vitale di cui hanno bisogno.

Nel corso del tempo, si sono adattate a sviluppare una lingua lunga e sottile che consente loro di leccare il sudore dagli esseri umani. Questo soddisfa il loro fabbisogno di sale. Possono trovare il sodio anche nell'acqua salata delle spiagge o nella rugiada infusa con spruzzi di sale, ma il sudore salato è ovunque!

Sono parassiti o buoni ospiti del giardino?

Agapostemon splendens su un fiore

Spesso pensiamo che le api in generale siano ottime in giardino, e le api sudorifere non sono da meno. Proprio come le api mellifere, queste api selvatiche sono fantastici impollinatori e si sposteranno volentieri da un fiore all'altro del vostro giardino impollinando drupacee, piante ornamentali e ortaggi.

In generale, non tendono a pungere se non sono direttamente minacciate. Anche quelle che si posano su di voi per assaggiare il sudore sono poco inclini a pungere: vogliono solo bere! Ma possono essere piuttosto insistenti, il che può intimorire se non si è pronti.

Se il loro nido viene lasciato in pace, sono una splendida aggiunta al paesaggio del giardino. L'unica difficoltà si presenta se il nido è stato fatto in un'area molto trafficata, come ad esempio direttamente nelle aiuole del giardino o vicino a luoghi in cui giocano bambini o animali domestici.

Sebbene le api mellifere siano meno difensive nei confronti delle loro tane di quanto non lo siano nei confronti dei loro alveari, potreste comunque essere a rischio se vi trovate nelle vicinanze. Tra gli elementi che possono innescare i meccanismi di difesa vi sono le vibrazioni sul luogo del nido e le ombre scure sull'ingresso del nido.

Anche impedire a un'ape sudorifera di tornare alla sua tana può far sì che la piccola ape si metta sulla difensiva. Non bloccate mai la strada di un'ape sudorifera per tornare a casa!

Le api eusociali possono diventare un problema con il tempo, quando la colonia cresce. Se vi piace lavorare all'aperto quando fa caldo, potreste trovarvi sommersi da api che sono attratte dal sale che producete con il vostro sudore. Un'infestazione di api sudorifere può quindi rappresentare un problema.

Inoltre, spesso migrano verso il luogo in cui sono nate per partorire. Come si può immaginare, quella che una volta era un'ape solitaria può diventare un problema molto più grande nel tempo.

Controllo delle api sudoripare nel vostro giardino

Maschio di Agapostemon splendens

Per la maggior parte delle persone, le api sudoripare non saranno mai presenti in quantità tali da causare un'infestazione di api sudoripare. L'ape occasionale che vi ronza intorno per ottenere un campione di sudore umano può essere un fastidio, ma se non la schiacciate, berrà e se ne andrà. Nella maggior parte dei casi non è necessario controllare le api sudoripare. Ma cosa succede se avete una colonia consistente nel vostro giardino?

L'opzione più semplice potrebbe essere quella di chiamare un esperto di apicoltura. Le colonie di aliciti non sono uguali agli alveari di api, ma la maggior parte dei professionisti sa come affrontarle. Possono rimuoverle completamente o bloccare gli ingressi dell'alveare in modo che le api non possano entrare o uscire.

È estremamente raro che sia necessario utilizzare un pesticida per combatterle, anzi, consiglio di evitarlo il più possibile. Come le api da miele, sono essenziali per i nostri giardini e ucciderle può mettere in pericolo altre api.

Invece, è meglio rendere il vostro giardino un luogo fantastico da visitare, ma non da vivere. In questo modo, potrete avere il meglio di entrambi i mondi.

Prevenzione

Poiché alcune varietà, come l'ape alcalina, preferiscono i terreni alcalini, assicurarsi di avere un terreno a pH neutro può risolvere il problema prima che inizi. Inoltre, i terreni più morbidi con molto materiale organico tendono a scoraggiare le api, che preferiscono terreni più duri in cui poter scavare.

Se diventano infestanti durante i mesi estivi intorno alla piscina, è probabile che siano alla ricerca di acqua. Se hanno una fonte d'acqua alternativa, è più probabile che vadano in un punto più tranquillo piuttosto che rischiare di bagnarsi dove giocano i vostri bambini. Se gli offrite una fonte di idratazione, non dovrete lesinare sui frutti a nocciolo carichi di polline.

Collocate una vasca per uccelli o un gioco d'acqua in un punto lontano dalla piscina per incoraggiare le api a recarsi in quel luogo. Anche una ciotola d'acqua funzionerà per tenere le api lontane da voi.

È interessante notare che le api possono essere dissuase dall'atterrare su di voi da una serie di oli essenziali. Questi bloccano l'odore del sudore, in modo che le api non lo trovino. Citronella, menta piperita, cedro, arancia o qualsiasi altro olio dall'odore pungente possono funzionare. Anche il sapone profumato alla menta piperita funziona!

Infine, se sapete dove si trova il nido, potete sempre posizionare delle ciotole di acqua salata nelle vicinanze, in modo che le api vadano a prendere la loro dose di sale piuttosto che cercare di atterrare su di voi. In questo modo le api rischiano meno di avvicinarsi all'uomo.

Eliminazione

Se vi accorgete che le api continuano a essere un problema e ritenete di doverne ridurre la popolazione, vi sconsiglio comunque i pesticidi. Invece, preparate uno spray al sapone. Utilizzate 1/4 di tazza di sapone per piatti in una tazza d'acqua e mescolate bene. Mettetelo in una bottiglia spray.

Questo spray di sapone lascerà sulle api un residuo che le appesantirà. Per loro sarà molto difficile volare dopo essere state spruzzate, forse del tutto impossibile. Inoltre, in questo modo ucciderete i vostri impollinatori. Tuttavia, non è rischioso per gli animali domestici o gli esseri umani.

Domande frequenti

D: La loro puntura è pericolosa o dolorosa?

R: Dipende dal tipo di alictide e se si è sensibili alle punture delle api. Queste minuscole api hanno un pungiglione altrettanto minuscolo e la maggior parte delle persone riferisce che si tratta al massimo di un piccolo fastidio. Molti non se ne accorgono nemmeno!

Tuttavia, il pungiglione può rimanere nella pelle e continuare a dare fastidio. In questo caso, rimuovetelo con cautela con un paio di pinzette, come fareste con una scheggia.

Se si soffre di allergia alle api, è importante trattarla come se si trattasse di qualsiasi altra ape e seguire le raccomandazioni del medico. Anche se non si è sensibili alle punture d'ape, in caso di arrossamento o gonfiore della pelle è bene consultare un medico.

D: Le api muoiono quando ti pungono?

R: Come le altre api, il pungiglione dell'ape sudorifera ha un piccolo uncino o barbiglio all'estremità. Sebbene siano in grado di pungere molti altri animali e altre api più di una volta, il barbiglio si incastra nella spessa pelle umana.

Purtroppo, nella maggior parte dei casi, ciò significa che il pungiglione e parte dell'addome dell'ape vengono letteralmente strappati quando l'ape cerca di scappare. Quindi, come le api da miele, di solito muoiono quando pungono gli esseri umani. Per fortuna non ci pungono spesso!

D: Sciamano?

R: Non come le api da miele. Le api mellifere vivono in una struttura ad alveare molto organizzata e sono composte da centinaia di api. Quando si formano nuove regine, parte dell'alveare segue la nuova regina in uno sciame verso un nuovo luogo.

Per contro, la maggior parte delle api sudorifere sono api solitarie, o al massimo eusociali. Non sono inclini a spostarsi come uno sciame di famiglie di api da nessuna parte, essendo molto più libere. Ciò significa che è molto improbabile vederne un gran numero.

Se ne vedete un gran numero, è molto probabile che vi troviate nei pressi di una colonia e che più api stiano nidificando nelle vicinanze. Cercate di non disturbare il nido, se possibile, e non dovreste avere problemi, se non quello di un'ape randagia che si ferma a bere un po' di sale liquido!


avatar
Autrice

Scrittrice e imprenditrice, Anna è anche una giardiniera di lunga data che si è appassionata ai metodi di giardinaggio biologici e naturali fin da piccola.