Controllo dei parassiti - Tripidi

Avete notato di recente l'argentatura delle foglie nel vostro giardino? La lucentezza argentea delle foglie è stata accompagnata da una colorazione a macchie? È possibile che si tratti di tripidi, uno degli insetti nocivi più diffusi.

Anche se può essere scoraggiante vedere minuscoli tripidi o tracce di tripidi che si nutrono dei tessuti della pianta, ci sono modi per ridurre i danni che hanno causato. Esistono anche modi per controllare la loro diffusione nell'orto. Quindi, se li vedete, sappiate che avete tutto sotto controllo.

Parliamo di tripidi! Parleremo dei diversi tipi di tripidi e delle strategie di lotta integrata per controllare i tripidi nell'orto. A volte è necessario sbarazzarsi dei tripidi, altre volte no. Una volta che saprete come gestirli, sarete avvantaggiati rispetto a parassiti e malattie.

Panoramica

Tripidi su margherita
Nome/i comune/iTripidi, pidocchi del mais, cimici dei tuoni, cimici delle tempeste, cimici delle lentiggini, thunderblights, cimici del raccolto, mosche del mais
Nome/i scientifico/iMigliaia di specie dell'ordine Thysanoptera
FamigliaTerebrantia, Tubulifera
OrigineIn tutto il mondo
Piante colpiteLa maggior parte delle colture commerciali, molte piante ornamentali, alberi, ecc. Esistono molte varietà diverse che prediligono piante particolari, come cipolle, tabacco, cannabis, rose, avocado e agrumi.
Rimedi comuniSaponi insetticidi, olio di neem, spray a base di piretrine, terra di diatomee, insetti predatori (coccinelle, ali di merlo, vespe tricogramma, cimici pirata, acari predatori del tripide), trappole adesive.

Cosa sono i tripidi?

I tripidi sono insetti succhiatori dell'ordine dei Thysanoptera che si nutrono di petali di fiori, boccioli e tessuti vegetali. Sono insetti lunghi e sottili, che raramente superano il centimetro di lunghezza nella loro forma adulta. Le larve di tripide sono generalmente gialle o verdi. Le versioni adulte di questi piccoli insetti tendono a essere gialle, nere o marroni. Alcune varietà hanno ali sfrangiate o vestigiali. Sebbene non siano i migliori volatori, la loro forza sta nel numero. Il totale delle specie di tripidi nel mondo si aggira tra le 4500 e le 6000. Alcuni tripidi sono dannosi e danneggiano le piante, mentre molte specie di tripidi sono benefiche e predano le specie nocive. I tripidi parassiti possono causare danni semplicemente nutrendosi, oppure possono diffondere virus vegetali e spore fungine.

Tipi di tripidi

Una vista ravvicinata dei tripidi

Ecco un elenco dei tripidi più comuni che si possono trovare in giardino o in serra. Utilizzatelo per identificare le specie di tripidi e determinare le azioni da intraprendere.

Tripidi dell'avocado: Si trova principalmente sugli avocado. Gli adulti hanno tre macchie rosse sulla testa e un addome giallo chiaro con linee marroni che separano i segmenti. Le larve sono di colore giallo pallido. I danni che provocano sono cicatrici sui frutti di avocado sotto forma di macchie o linee marroni simili a croste.

Tripidi del fagiolo: Si trova sui fagiolini e su altre leguminose. Gli adulti hanno un corpo nerastro con bande alari bianche. Le larve sono di colore giallo-arancio. Su alcune leguminose causano distorsioni marroni alle foglie e ai terminali delle piantine. Inoltre danneggiano i baccelli dei fagioli.

Tripidi degli agrumi: Danneggia comunemente gli agrumi e i mirtilli. Non danneggia altre specie di piante ospiti. Sia i tripidi adulti sia le larve hanno un corpo di colore giallo-arancio chiaro o bianco. Causano cicatrici argentee sugli agrumi e foglie e germogli di mirtillo deformati.

Tripide dell'alloro cubano: Dannoso per il fico dell'alloro o l'alloro indiano. I tripidi adulti hanno il corpo nerastro e le larve sono gialle o bianche. Creano galle e terminali arrotolati, simili a baccelli, scuri e cicatrizzati sui lauri.

Tripidi delle serre: Attaccano le piante perenni con foglie spesse e larghe. Tra le specie sensibili vi sono l'avocado, l'azalea, l'iperico, l'alloro (inglese e greco), la photinia e il rododendro. Le larve sono di colore bianco-giallastro, mentre gli adulti hanno il corpo nero e le ali chiare. Sulle specie sopra citate, causano foglie sbiancate con escrementi neri sulla pagina inferiore e frutti ticchiolati.

Tripidi del melone: Si nutre di tutti i tipi di ortaggi, alberi da frutto, erbacce e diverse piante da fiore, come i fiori di garofano e crisantemo. Le larve sono gialle e gli adulti sono di colore marrone arancione. Provocano l'ingiallimento, lo sbiancamento o l'imbrunimento delle foglie. Il fogliame colpito si accartoccia e muore.

Tripide Myoporum: Colpisce solo l'albero della topaia e la Boobialla strisciante "Pacificum" (Myoporum laetum e M. pacificum). Le pupe sono di colore arancione e le prime ninfe sono bianche o giallastre. Gli adulti hanno il corpo nero. Creano galle alle estremità delle foglie e foglie gonfie, arricciate e distorte.

Tripidi della cipolla: Questi tripidi consumano le colture vegetali di aglio, cipolla e peperone. Sono ospitati anche da molte piante erbacee ornamentali, dove non sono dannosi. Le larve sono di colore giallo-arancione, mentre gli adulti hanno il corpo di colore giallo-marrone scuro. Causano distorsioni dei terminali e petali, foglie e altre parti delle piante con macchie e cicatrici.

Tripide del toyon: Colpisce le bacche di Natale o il toyon. Gli adulti hanno il corpo nero con ali chiare, mentre le larve sono gialle. Provocano foglie terminali increspate, sottodimensionate e talvolta annerite.

Tripidi dei fiori occidentali: Questi tripidi apparentemente indiscriminati si nutrono di piante erbacee, impatiens e petunia, cucurbitacee, peperoni, uva, fragole, piante legnose come la rosa e drupacee. Le larve sono di colore giallo-arancio. Gli adulti variano di colore, ma tutti presentano peli simili a setole all'estremità dell'addome, che a riposo si estende oltre le punte delle ali.

Ciclo vitale del tripide

Tripidi tubuliferi in più fasi del ciclo vitale

Le femmine di tripide depongono le uova nelle piante ospiti, all'interno dei tessuti vegetali superficiali di foglie, fiori e steli e sotto la corteccia di alberi o arbusti. Le uova si schiudono da 1 a 2 giorni dopo per le specie da interno, mentre per quelle da esterno si schiudono entro una settimana. Le uova sono protette dalle condizioni atmosferiche nei tessuti molli della pianta. Le femmine di tripide sono in grado di produrre uova per via asessuata se non hanno un compagno.

Quando si schiudono, c'è una fonte di cibo per i giovani tripidi, chiamati anche larve. Molte specie attraversano due stadi larvali come ninfe prima di diventare adulti. Alcuni tipi hanno più stadi larvali, alcuni arrivano fino a cinque. Al termine dello stadio di ninfa, le popolazioni di tripidi cessano di nutrirsi e cadono per impuparsi nei detriti vegetali o nelle fessure o nelle galle delle piante. I tripidi delle serre si impupano sulla pagina inferiore delle foglie, mentre i tripidi dell'alloro si impupano all'interno del tessuto fogliare. Anche se non si tratta di un vero e proprio stadio pupale, l'aspetto dei tripidi cambia notevolmente e gli adulti emergono con le ali.

Alcune specie possono entrare in diapausa. La diapausa è quasi un'animazione sospesa. I tripidi possono sopravvivere come adulti, pupe o uova. La durata media della vita di questi insetti è di circa 45 giorni.

Identificazione dei danni da tripidi

Vista macro del tripide

Sebbene i danni provocati dai tripidi su alberi e arbusti non siano in genere terminali, essi rappresentano una minaccia maggiore per le colture orticole. Danneggia i frutti, le foglie e i germogli e può modificare l'aspetto generale delle piante da interno e da esterno. Inoltre, possono bloccare la crescita delle piante e provocare foglie cartacee e arricciate. La defogliazione è anche il risultato dell'alimentazione dei tripidi con i succhi delle piante. I tripidi distorcono i boccioli dei fiori e i tessuti delle foglie. L'alimentazione dei tripidi può anche causare terminali scoloriti e arrotolati. Il tessuto dei petali può essere scolorito o stentato. Alcune foglie assumono una lucentezza argentea.

Quando i tripidi consumano le piante, lasciano dietro di sé una cacca simile a polvere. Questo è sempre un segno rivelatore della presenza di tripidi. Il tripide dei fiori occidentale può causare striature sulle rose e sugli steli degli arbusti legnosi. Alcune specie di tripidi causano la maggior parte dei problemi legati ai tripidi nei giardini. I tripidi dei fiori occidentali sono vettori del virus della macchia necrotica di Impatiens e del Tomato spotted wilt virus, che possono uccidere le piante. Inoltre, i tripidi che sono ospiti virali possono danneggiare le piantine al momento della nascita delle colture.

Esistono alcune varietà benefiche. Queste specie tendono a cibarsi di altri tipi di parassiti, tra cui acari e afidi. Si nutrono anche del polline delle piante quando i parassiti non sono disponibili. È molto difficile distinguere tra i tipi buoni e quelli cattivi di questi insetti.

In generale, se non si notano danni sulle piante ma si vedono i tripidi stessi, probabilmente si tratta del tipo buono e non c'è da preoccuparsi. Se invece vedete segni visibili di danni, dovrete lavorare per controllarli.

Controllo dei tripidi

Due tipi di tripidi con danni alle foglie

Ci sono molte opzioni quando si tratta di controllare i tripidi. Qui discuteremo di come gestire ed eliminare i tripidi nel vostro giardino e prevenire le malattie delle piante che possono diffondere.

Rimozione biologica dei tripidi

Un'infestazione di tripidi può essere controllata impiegando i loro predatori naturali. I loro nemici naturali includono specie di acari predatori, minuscoli insetti pirata e alcune vespe parassite. Questi predatori benefici sono più presenti nei giardini dove la polvere è ridotta al minimo, l'uso di pesticidi è basso e c'è una diversità di specie vegetali. È anche possibile acquistare i nemici naturali del tripide, in particolare le larve di tordo verde e gli acari predatori presso i vivai o i rivenditori specifici per i giardini.

Tuttavia, l'efficacia dei metodi di acquisto e rilascio è in discussione. Piantate invece cultivar che attirino gli insetti utili. Le ali verdi e le cimici pirata si nutrono dei tripidi dell'alloro cubano. Le specie di vespe parassite si nutrono dei tripidi delle serre. Gli acari della specie Euseius predano le specie di tripidi degli agrumi. I nematodi parassiti (in particolare Thripinema nicklewoodi) controllano il tripide dei fiori occidentale.

Controllo insetticida dei tripidi

In precedenza, le raccomandazioni per i pesticidi biologici includevano l'olio di neem, il sapone insetticida e la piretrina. Pur essendo metodi efficaci, la loro efficacia si basa su un'applicazione corretta e sull'integrazione con altre strategie. Pertanto, applicate questi insetticidi su tutte le parti della pianta e assicuratevi che ci sia un adeguato follow-up. La maggior parte di questi insetticidi può essere riapplicata entro 7-10 giorni. Anche la diagnosi precoce è fondamentale.

La maggior parte dei tripidi può essere facilmente controllata quando si manifestano i primi segni di danno. Non applicare il neem alle piante in fioritura che si affidano ad altri insetti per l'impollinazione, in quanto ciò li scoraggerebbe e impedirebbe la produzione di frutti. Anche lo spinosad è un controllo organico molto efficace, derivato dal batterio Saccharopolyspora spinosa. Funziona come lo spray BT: i tripidi mangiano la materia vegetale ricoperta dal batterio e muoiono di conseguenza. Questo insetticida agisce sulla biologia dei tripidi per eliminarli dalla pianta in questione. Anche l'olio per orticoltura è un metodo molto efficace da utilizzare nelle serre. Quando utilizzate tutti questi prodotti, assicuratevi di proteggere la pelle e gli occhi. Evitate di spargere gli insetticidi su piante non colpite, che potrebbero subire danni con un'applicazione troppo disinvolta.

Insetticidi da evitare

Poiché causano un rischio per la salute degli impollinatori utili, alcuni pesticidi chimici, insetticidi sistemici e insetticidi organofosfati sono sconsigliati. La loro efficacia varia a seconda delle piante e dei tripidi trattati e controllati. In particolare, l'acefato è altamente tossico per gli insetti utili (impollinatori e predatori) e rende le piante più sensibili ai ragnetti. I carbammati e i piretroidi - a differenza delle piretrine - sono dannosi per gli insetti utili, non si dimostrano efficaci nel trattamento dei tripidi e aumentano la probabilità di insorgenza di acari parassiti. Inoltre, drenano nei corsi d'acqua, influenzando negativamente la biologia acquatica.

Prevenzione del tripide

Per evitare di ospitare i tripidi, prendete in considerazione strategie di lotta integrata che includano pesticidi organici o chimici e metodi culturali di prevenzione.

Le coperture galleggianti poste sopra le colture prima che emergano impediscono ai tripidi di nutrirsi delle piantine. Ispezionate regolarmente le foglie delle piante e potate le parti di pianta coperte da tripidi. Insieme alla rimozione delle potature, assicuratevi di rimuovere dall'orto la terra o la lettiera di foglie che potrebbero fornire un riparo per lo svernamento dei tripidi. Se sapete che state coltivando piante che i tripidi amano mangiare, coltivate cultivar resistenti che non li attirino nel vostro giardino. La pacciamatura riflettente interferisce con la capacità di alcuni insetti volanti di individuare determinate piante. Utilizzate metodi per intrappolare i tripidi nel vostro processo di monitoraggio. Le trappole adesive aiutano a scoprire se sono presenti nell'orto.

Le strategie meno efficaci includono l'uso di diatomee e argilla caolinica. Sono più efficaci se usate insieme alle altre strategie che abbiamo menzionato finora. Tuttavia, questi metodi scoraggiano alcuni impollinatori e non dovrebbero essere applicati nella fase di fioritura. I metodi di irrorazione sono in grado di spolverare le piante e di danneggiare i corpi dei tripidi, causando la disidratazione dei parassiti.

Domande frequenti

Tisanottero al microscopio

D: Come si fa a sapere se ci sono tripidi?

R: La prima cosa che probabilmente vedrete sono i tripidi adulti. Man mano che si imparano a conoscere i loro segni, i loro escrementi possono diventare più evidenti.

D: Da cosa sono attratti i tripidi?

R: Dipende dal tripide. In generale, si nutrono di diversi ortaggi, frutta, piante erbacee, arbusti legnosi e alberi. Utilizzate la guida qui sopra per determinare con quali tripidi avete a che fare.

D: I tripidi sono difficili da eliminare?

R: Se si è vigili e si segue un regime di gestione integrata dei parassiti (IPM) coerente e persistente, è facile sbarazzarsi dei tripidi.

D: I nematodi aiutano a ridurre la popolazione di tripidi?

R: Sì e no. Poiché i tripidi spesso svernano e si impupano nel terreno, i nematodi benefici possono aiutare a eliminare le pupe sotterranee. Poiché la maggior parte della popolazione è costituita da adulti o ninfe che si trovano in superficie, i nematodi devono essere utilizzati insieme ad altri metodi di controllo dei parassiti.

D: I tripidi mordono?

R: Sì. Sebbene i tripidi non siano dannosi per l'uomo o gli animali domestici, coloro che hanno sensibilità alle punture di insetto potrebbero provare una certa irritazione. Di solito, lavando la puntura con acqua calda o tiepida e sapone si riduce il prurito che può causare. Si tratta più di un fastidio che di qualcosa di cui preoccuparsi.


avatar
Autrice

Scrittrice e imprenditrice, Anna è anche una giardiniera di lunga data che si è appassionata ai metodi di giardinaggio biologici e naturali fin da piccola.