Coltivare la propria pianta di pepe nero

Il Piper nigrum, la pianta del pepe o del pepe nero, è una vite tropicale molto interessante. Pur essendo perenne solo nei climi molto caldi (zona USDA 12+), la pianta del pepe nero viene spesso coltivata come annuale nelle zone più meridionali degli Stati Uniti. A volte può essere portata all'interno per svernare in un luogo più caldo, anche se può richiedere molto spazio!

Con ogni singola ricetta salata che raccomanda l'uso di sale e pepe (o almeno così sembra), il pepe è una spezia onnipresente nella maggior parte della cucina. Solo negli Stati Uniti consumiamo letteralmente tonnellate di grani di pepe ogni anno. Esistono diverse varietà utilizzate in cucina, come il Malabar e il Tellicherry, e sembra che nessun pasto sia completo senza di loro.

Il pepe nero è documentato in antichi testi greci e romani. Tuttavia, divenne popolare nel XV secolo, quando l'esploratore portoghese Vasco De Gama ne individuò la coltivazione sulle coste dell'India. Divenne una parte importante del conseguente commercio di spezie. Spesso veniva chiamato "oro nero" o "il re delle spezie". I Greci lo usavano come medicinale e oggi si ritiene che abbia proprietà antinfiammatorie.

Guida rapida alla cura

Piper nigrum, corni essiccati
Nome/i comune/iPepe nero, pianta del pepe nero
Nome scientificoPiper nigrum
Giorni di raccoltaPuò impiegare fino a 4 anni per fiorire e produrre frutti
Luce6 ore di luce solare diretta al giorno
AcquaMantenere il terreno umido, ma senza ristagni d'acqua.
SuoloTerreno ben drenante
FertilizzanteFertilizzante bilanciato 10-10-10
ParassitiScarafaggi delle pulci
MalattieMarciume delle radici

Tutto sulla pianta del pepe

Piper nigrum allevato su traliccio

Piper nigrum è il nome botanico della pianta nota anche come pepe nero, pepe nero o pianta del pepe nero. Le piante di pepe nero sono originarie dell'India meridionale e sono ampiamente coltivate in questa regione e in altre regioni topiche come il Brasile, il Myanmar e l'Indonesia. È una delle spezie più coltivate al mondo! La pianta del pepe nero cresce come un rampicante con piccole foglie a forma di cuore di colore verde scuro. Produce spighe pendenti che poi fioriscono e si trasformano in grappoli di piccoli grani di pepe.

Poiché la pianta del pepe nero predilige temperature più calde durante tutto l'anno, nel suo habitat originario viene coltivata come pianta perenne. In altre parti del mondo può essere coltivato come annuale. Se siete interessati a coltivare le vostre spezie, il pepe nero dovrebbe essere considerato degno di un po' di spazio nel vostro giardino.

Piantare il Piper Nigrum

È meglio trapiantare le giovani piante in primavera, quando il terreno è caldo e ogni minaccia di gelo è passata. Piantare in una zona in pieno sole, possibilmente con ombra pomeridiana durante la parte più calda della giornata. La pianta di pepe nero può anche essere coltivata in vaso (o in sacchetti per la coltivazione, come quelli da 5 e 10 galloni di Root Pouch) e portata all'interno durante l'inverno o coltivata completamente in casa. Piantare le proprie piante di pepe nero da trapianti è l'opzione migliore, poiché la coltivazione da seme richiede circa quattro anni prima di raggiungere gli stadi di fruttificazione.

Cura delle piante di pepe

Foglie e grani di pepe immaturi

I requisiti per la cura delle piante di pepe nero sono molto specifici. Quando queste condizioni di coltivazione saranno soddisfatte, sarete ricompensati con un raccolto di pepe nero tutto vostro!

Sole e temperatura

Le piante di pepe nero preferiscono le temperature calde e il sole pieno o l'ombra parziale. L'ideale sono 6 ore di luce solare diretta al giorno, con ombra pomeridiana durante la parte più calda della giornata. Queste piante tropicali possono essere coltivate all'aperto nella zona USDA 12. Si sviluppano al meglio in zone ad alta umidità con temperature comprese tra 75 e 85 gradi Fahrenheit.

Come altre piante tropicali, la pianta del pepe nero è molto sensibile al gelo e alle gelate. Per questo motivo, nella maggior parte degli Stati Uniti viene coltivata come annuale, poiché non può sopravvivere ai mesi invernali. Tuttavia, è possibile coltivare una pianta di pepe nero anche al chiuso. Quando si considera la coltivazione indoor, è importante scegliere una finestra a est o a ovest con la luce più intensa possibile. In questo modo la pianta potrà accedere più facilmente all'energia solare.

Anche la vite fiorita della pianta del pepe nero avrà bisogno di un vaso grande con una sorta di palo o struttura di supporto per arrampicarsi. Sebbene nel suo habitat naturale possa crescere abbastanza in altezza, se coltivata in casa può essere potata e tenuta sotto controllo. Esiste una terza opzione se desiderate coltivare le vostre piante di pepe nero. Oltre alla coltivazione all'aperto o al chiuso, possono essere coltivate anche in serra, dove i giardinieri possono mantenere il terreno caldo.

Questa è probabilmente l'opzione migliore, perché permette di controllare meglio i livelli di umidità e la temperatura generale. È importante ricordare che la pianta di pepe nero smette di crescere quando le temperature scendono sotto i 65 gradi Fahrenheit. Per questo motivo, se coltivate all'aperto, aspettate che le temperature diurne siano superiori a 70 gradi e quelle notturne non scendano sotto i 60 gradi Fahrenheit.

Acqua e umidità

Quando si coltivano piante di pepe nero all'aperto, annaffiare all'inizio della giornata, prima che il caldo aumenti. Mantenete il terreno umido, ma fate attenzione a non esagerare con le annaffiature, perché questo può causare problemi di funghi che possono uccidere le radici. Lasciate che la superficie del terreno intorno alla pianta di pepe si asciughi completamente prima di annaffiare di nuovo.

Quando si coltiva in un contenitore, l'irrigazione dal basso è un ottimo modo per ridurre il rischio di irrigazione eccessiva. Mettete il vaso in un sottovaso pieno d'acqua una volta alla settimana. In questo modo si aumenta anche l'umidità intorno alla pianta. I grani di pepe preferiscono un'umidità del 50% circa. È possibile acquistare umidificatori specifici per le piante per aiutarle a raggiungere questo obiettivo.

Terreno

Come già accennato, un'eccessiva irrigazione dei grani di pepe può causare problemi. Per questo motivo, preferiscono un terreno con un buon drenaggio. L'ideale è una miscela argillosa e ricca di materia organica. I grani di pepe possono essere piuttosto esigenti in fatto di nutrizione e di acqua, per cui una miscela di terriccio che rimanga uniformemente umida, ma senza ristagni d'acqua, è fondamentale per la crescita di una pianta sana. Una maggiore quantità di materia organica, come il compost, aiuterà a trattenere l'umidità se si verificano problemi di essiccazione troppo rapida. Non è una pianta che può sopravvivere a condizioni di terreno precarie.

Anche le piante di pepe nero richiedono una miscela di terreno leggermente acida con un intervallo di pH compreso tra 5,5 e 6,5, un intervallo simile a quello richiesto per i mirtilli. Gli stessi acidificanti utilizzati per questi frutti e fiori, come le ortensie e le azalee, possono essere usati per abbassare il pH del terreno fino a questo intervallo. Il terreno in terra può essere acidificato, ma è molto più facile controllare il pH del terreno in un contenitore, un aspetto da tenere in considerazione quando si sceglie come coltivare la pianta di pepe nero.

Concimazione della pianta di pepe nero

I grani di pepe sono considerati dei nutrienti leggeri. In primavera, si può somministrare loro un fertilizzante destinato alle piante in fiore. Questi tendono ad avere un NPK di 7-9-5. Possono essere concimati in questo modo anche ogni 2 settimane durante l'estate. In questo modo si favorisce la produzione dei fiori, che poi si trasformano nel granello di pepe stesso, che sbiadisce e diventa nero. Sebbene assomiglino a una piccola bacca, i grani di pepe sono in realtà considerati una drupa, più strettamente legata alle drupacee. La concimazione non è necessaria durante i mesi autunnali e invernali.

Potatura delle piante di pepe nero

Questo rampicante legnoso e perenne può crescere fino a 30 metri di lunghezza se non viene controllato! Tuttavia, il più delle volte i giardinieri scelgono di potare questa pianta. La potatura del punto di crescita principale in corrispondenza dei nodi fogliari incoraggerà la produzione di germogli laterali, dando origine a un numero ancora maggiore di fiori che crescono dai germogli laterali come spighe pendule. Man mano che le spighe fiorali si affievoliscono, diventano nere, rivelando i calli freschi.

È meglio potare a circa 6 mesi dall'inizio della stagione di crescita, perché è a questo punto che i fiori iniziano ad appassire. Nelle zone in cui questa pianta è coltivata in un giardino perenne, può anche essere potata in modo aggressivo durante l'inverno e spunterà una nuova crescita in primavera. Come manutenzione regolare della pianta, potate le foglie morte, danneggiate o malate durante la stagione.

Propagazione del pepe nero

Le piante di pepe nero possono essere coltivate a partire dai semi. Tuttavia, la loro crescita è lenta e possono essere necessari fino a 4 anni prima che producano fiori e frutti. Per questo motivo, il metodo preferito per coltivare il pepe nero è quello di partire da piante già consolidate.

È possibile coltivare le piante di pepe nero anche tramite talee. Queste piante mettono naturalmente radici ovunque la vite tocchi il terreno, il che rende molto facile far attecchire le talee nel vostro giardino. Se avete un amico a cui piace coltivare il pepe nero, questa potrebbe essere un'opzione valida per iniziare a coltivare il pepe nero!

Raccolta e conservazione

Pepe e foglie di alloro

Molti scelgono di coltivare il pepe nero per raccogliere da soli i semi di pepe nero (o mais di pepe). Ora che abbiamo parlato della cura delle piante di pepe, parliamo delle migliori pratiche di raccolta e delle tecniche di conservazione per garantire che il vostro raccolto non vada sprecato!

Raccolta

Nonostante le loro apparenze contrastanti, i grani di pepe nero, bianco, verde e rosso sono tutti gli stessi grani di pepe! I grani di pepe nero sono frutti maturi ed essiccati. Questi frutti nascono verdi, poi arrossiscono e diventano rossi, e infine diventano neri dopo essere stati raccolti e lasciati essiccare. I grani di pepe bianco sono la parte interna dei frutti secchi maturi. Il pepe nero viene lasciato a macerare in acqua per giorni e giorni, quindi la buccia esterna viene rimossa per rivelare il pepe bianco.

I grani di pepe verde sono frutti immaturi che hanno un sapore più terroso e agrumato rispetto a quelli lasciati maturare. Possono essere raccolti immaturi, essiccati e produrre anche pepe verde! I grani di pepe rosa provengono dall'albero del pepe peruviano, che non è lo stesso del Piper nigrum. Una volta raccolti i grani di pepe, potate le punte esaurite per favorire una maggiore produzione di fiori.

Conservazione

Dopo la raccolta dal giardino, indipendentemente dallo stadio (verde o rosso), i grani di pepe devono essere sbollentati rapidamente in acqua bollente per pulire la parte esterna prima di essere essiccati. Una volta che i grani di pepe sono completamente essiccati, possono essere conservati. Se desiderate conservare i semi per future semine, saltate questo processo di sbollentatura perché sterilizzerà i semi e non produrrà altre piante di pepe.

I grani di pepe interi conservano il loro sapore più a lungo, quindi conservarli in questo modo darà al vostro raccolto una maggiore longevità. La macinatura del pepe dovrebbe essere riservata al momento in cui si decide di utilizzarlo. Il pepe nero pre-macinato inizia a perdere il suo sapore dopo circa 4 mesi a causa della maggiore superficie e della maggiore esposizione alla luce solare, all'ossigeno e all'umidità. Può anche assumere un sapore amaro.

Conservate i grani di pepe interi raccolti dal vostro giardino in un contenitore ermetico lontano dalla luce diretta del sole, ad esempio in una dispensa. Se avete raccolto dei grani di pepe verde freschi e avete scelto di metterli in salamoia, dureranno un mese dopo l'apertura e dovranno essere conservati in frigorifero.

Risoluzione dei problemi

Un campo di pepe

Alcuni problemi possono ridurre drasticamente la possibilità di portare la vostra pianta di peperone alla fruttificazione. Per massimizzare le possibilità di ottenere un raccolto da aggiungere alla vostra alimentazione, esaminiamo alcuni argomenti per la risoluzione dei problemi.

Problemi di coltivazione

La maggior parte dei problemi di coltivazione sono legati alle cattive condizioni del terreno. Se notate una crescita stentata o l'imbrunimento delle foglie, questo potrebbe indicare livelli insufficienti di pH del terreno. I kit di analisi del terreno possono essere acquistati nella maggior parte dei grandi magazzini e utilizzati per capire se si tratta di un problema o meno. In questi negozi sono facilmente reperibili anche gli acidificanti per il terreno, nel caso in cui sia necessario abbassare il pH del terreno. Seguite le istruzioni riportate sul retro del sacchetto, che indicano il rapporto necessario di acidificante da aggiungere al vostro terreno.

Quando si coltiva in contenitore, a volte le piante possono essere legate alle radici. I sintomi di una pianta legata sono foglie gialle e marroni, nuova crescita che appassisce rapidamente o crescita stentata. Se sospettate che sia questo il caso, rinvasate la pianta in un contenitore più grande. Se le radici hanno iniziato ad avvolgersi a spirale su se stesse, stuzzicatele delicatamente al momento del trapianto.

Parassiti

Se notate dei buchi irregolari e irregolari sulle foglie del vostro pepe nero, potreste avere un problema di coleottero delle pulci. Questi piccoli coleotteri neri saltellanti possono decimare il fogliame se l'infestazione non viene controllata. Le mosche tachinidi e alcune vespe parassite sono i predatori naturali di questo coleottero e, in un ecosistema equilibrato, in genere si presentano poco dopo i coleotteri per banchettare. Se è necessario l'intervento dell'uomo, si possono controllare con l'applicazione di olio di neem. Si possono anche scoraggiare con la coltivazione di timo e menta, poiché questi coleotteri sono respinti dal forte profumo di queste piante.

Malattie

Come già detto, il marciume radicale è la malattia più comune che colpisce le piante di pepe nero. Per questo motivo, è preferibile non annaffiare troppo la pianta, per evitare di creare le condizioni ideali per l'insorgere di questa infezione fungina. Soprattutto se avete scelto di coltivare in casa. Le piante coltivate in contenitore possono facilmente ristagnare. I sintomi del marciume si manifestano con uno stelo molle e molliccio, un appassimento e, naturalmente, radici marce. Questo tipo di marciume è più difficile da recuperare, ma si può rimediare se ci sono ancora radici fresche e bianche che non sono ancora diventate poltiglia. Tagliate le radici marce e ripiantate il vaso in un terreno asciutto.

Domande frequenti

Pianta di pepe

D: È possibile coltivare il pepe in grani negli Stati Uniti?

R: Sì, anche se per la cura di questa pianta tropicale sarà probabilmente necessario coltivarla come annuale, a meno che non si riesca a spostarla in casa durante l'inverno. Sono piante che amano il caldo.

D: Dove crescono le piante di pepe?

R: Il grano di pepe cresce nelle regioni tropicali come l'India meridionale e altre regioni tropicali del sud-est asiatico.

D: È possibile coltivare una pianta di pepe dai grani di pepe?

R: Sì, il grano di pepe stesso è il seme e crescerà in nuove piante. Tuttavia, non è possibile coltivare una pianta di pepe dai grani di pepe che si acquistano al supermercato, poiché vengono sottoposti a un rapido processo di sbollentatura che essenzialmente sterilizza i semi. È invece necessario disporre di semi di Piper nigrum provenienti da una fonte di semi affidabile.

D: È possibile acquistare una pianta di pepe?

R: Sì, è possibile acquistare piante di peperone consolidate da molte fonti online.

D: Quanto diventa grande una pianta di pepe?

R: Questa pianta può crescere fino a 10-30 piedi!

D: Il pepe in grani è uguale al pepe nero?

R: Sì, il pepe nero è il frutto maturo della pianta del pepe.

D: Quanto tempo impiega il pepe nero a crescere?

R: Se coltivato da seme, il pepe nero può impiegare fino a 4 anni per iniziare a fiorire e produrre frutti.

D: Il pepe nero cresce sugli alberi?

R: No, il Piper nigrum è una pianta rampicante, non un albero. Ma quando viene coltivato in colonne, può certamente assomigliare a un albero!


avatar

Autore specializzato in giardinaggio e orticoltura. Mauro è laureato in Scienze della comunicazione e viene da Catania. È un maestro giardiniere certificato e ama tutto ciò che riguarda le piante e il giardinaggio.